In viaggio verso Mineo

La classe 4E della scuola media di Bellinzona 1, insieme alla docente di classe - la professoressa Sultan Filimci (docente di italiano) - hanno pensato di organizzare un viaggio per conoscere meglio la realtà dei migranti quando raggiungono per la prima volta l’Europa. Nel mese di luglio del 2017 tre docenti e sei allievi sono così partiti per la Sicilia. 

Sultan Filimci mi può raccontare quali sono gli elementi scaturiti dall’incontro col nuovo compagno e la visione del documentario di Ferrari che vi hanno portato all’idea del viaggio? Che cosa insomma vi ha stimolati a voler partire?
Sono stati due gli ispiratori del nostro Viaggio: il primo è stato Elyas, giunto nelle nostra classe tre anni fa dalla lontana Eritrea. Ci ha colpito molto ascoltare il suo viaggio. Il secondo ispiratore è stato il regista Stefano Ferrari. Grazie al suo documentario “Lo stesso mare” (2014) abbiamo visto ciò che succede in Italia in riferimento agli immigrati che giungono via mare.
Condividere la vita con un compagno che ha dovuto affrontare un viaggio senza la propria famiglia ci ha condotto a riflettere anche sulla nostra condizione nonché sul nostro modo di vivere. Perché le persone abbandonano la loro famiglia? Perché rischiano la vita per raggiungere l’Europa? Siamo in grado in quanto classe di apportare il nostro aiuto a chi arriva in Europa e si trova spaesato?

Come vi siete preparati – in classe, ma anche privatamente – prima di affrontare il viaggio? Quale messaggio e/o quale quesito avete voluto portare con voi?

"Leggere è stata una prerogativa
senza la quale non saremmo riusciti ad avvicinarci al tema".

Abbiamo analizzato romanzi, letto articoli, svolto ricerche sull’immigrazione e visto documentari.
Volevamo portare un messaggio di vicinanza e solidarietà a coloro che affrontano viaggi colmi di insidie e pericoli, e come obiettivo finale volevamo raccogliere le loro storie, ascoltando i motivi che li hanno spinti ad abbandonare il loro paese.

Come mai avete scelto proprio la Sicilia e Mineo come destinazione del vostro viaggio?
Semplice. Abbiamo scelto questa meta poiché era la meta di Stefano Ferrari. Il suo documentario ci ha colpito molto e abbiamo deciso di imitarlo restando in contatto con lui. Inoltre, la Sicilia è il luogo in cui avvengono più sbarchi ed è l’isola che affronta in maniera sentita i “problemi” legati alla migrazione e all’accoglienza.

Mi racconti un paio di episodi significativi del vostro viaggio? Un paio di momenti forti che hanno segnato i partecipanti.
Vi riporto alcuni passi estrapolati dai "Diari di bordo" dei miei studenti (vedi intervista integrale ndr.). I momenti significativi sono racchiusi tra queste righe che ricordano i momenti di incontro con i migranti.

Continuare a leggere

I viaggiatori

Il gruppo di docenti e allievi della 4.E
Da sinistra, in piedi: Francesco Caratti, Prof. Maurizio D'Autilia, Genc Kqiku, Shana Turba; accovacciati: Prof.ssa Sultan Filimci, Yvan Jarrossay, Prof. Mattia Frapolli, Mario Tebaldi, Luca Delcò.

Informazioni complementari

Ventuno 1 | 2018 La solidarietà

Altre interviste

Racconti del viaggio
(RSI, Rete 3, Baobab 07.09.2017)

In viaggio verso l'altro
(di Sara Rossi Guidicelli, Azione 11.09.2017)

Un viaggio per incontrare i migranti
(RSI, La1, Il quotidiano 29.09.2017)

Il contesto dell'Aula 13
(Radiomobile, GiornataESS, 21.10.17)

Collegamenti

I viaggiatori su facebook

Trailer 1: In viaggio verso Mineo

Trailer 2: In viaggio verso Mineo

 

Contatto

Roger Welti  
comunicazione
tel +41 91 785 00 23
email