Educazione allo Sviluppo Sostenibile (ESS) | Il portale

Genere – Parità

1906, Finlandia, primo Paese europeo a riconoscere il diritto di voto alle donne  (foto: elezioni del 1907).

La questione della parità tra donna e uomo è sempre d'attualità, anche se è sancita dall'articolo 8 della Costituzione federale dal 1981. Il 50° anniversario del diritto di voto alle donne in Svizzera, che ricorre nel 2021, è una buona occasione per affrontare questo tema con gli allievi di tutte le età, dal 1° ciclo al livello secondario II. Il tema del genere è ancorato nei piani di studio e tutti noi ci confrontiamo quotidianamente con questa questione nei nostri rapporti con gli altri, con l'economia, la società o l'ambiente. La pari opportunità, un tema sociale per trattare l'ESS a scuola.

Introduzione
1° ciclo
2° ciclo
3° ciclo
Sec.II
Ulteriori risorse
  •    1. Pertinenza del tema

      

       2. Educazione allo sviluppo sostenibile (ESS)

     

       3. Trasposizione didattica in classe

     

       4. Trasposizione didattica a scuola

     
    aggiornato il 08.01.2021
  • Nel Piano di Studio

    Contesti di formazione generale

    Contesto salute e benessere: essere in buona salute significa (...) stare bene ne proprio ambiente di vita, sentirsi valorizzato nella propria identità in una condizione di sicurezza. Sono queste condizioni che la scuola é chiamata a sostenere e promuovere con tutti gli allievi, rispettando le loro differenze.

    A titolo esemplificativo, per il 1° ciclo, si richiamano, fra varie, le seguenti situazioni di vita:

    • riconoscimento dei propri bisogni, desideri, preferenze e identificazione delle situazioni nelle quali non è possibili soddisfarli, delle relative cause e alternative;
    • valorizzazione di ciò che si possiede ed è importante per il proprio equilibrio.

     

    Contesto vivere insieme ed educaziona alla cittadinanza: l'educazione alla convivenza civile, all'essere partecipanti responsabili di un gruppo sociale si apprende giorno dopo giorno, minuto dopo minuto nel corso degli scambi con i propri coetanei e con gli adulti.

    A titolo esemplificativo, per il 1° ciclo, si richiamano, fra varie, le seguenti situazioni di vita:

    • conocenza e rispetto delle regole, attraverso una riflessione sul loro senso, la discussione con gli altri, il confronto delle regole del gruppo sociale con quelle vissute in famiglia o in altri ambienti;
    • non utilizzo dell'aggressione fisica in situazioni di conflitto;
    • richiesta di aiuto in situazioni di difficoltà.

     

    Competenze trasversali

    Collaborazione, comunicazione, strategie d'apprendimento, pensiero creativo, pensiero riflessivo e critico.

    Materiali didattici
     

    Educazione e questioni di genere
    Percorsi formativi e pratiche educative tra scuola e territorio. Sul tema dell’educazione al genere e alle pari opportunità, il libro fornisce alcuni strumenti teorico-metodologici e una rassegna di proposte operative volte a nutrire percorsi di educazione, per docenti dalla scuola dell’infanzia alle secondarie di secondo grado, che smantellino modelli stereotipati di genere e che promuovano una consapevolezza critica e il rispetto delle diversità.
     
    I Diritti dei Bambini e delle Bambine
    Questa tesi di Bachelor rappresenta lo spunto ideale per trattare il tema dei diritti del bambino alla scuola dell'infanzia. Un percorso ben documentato che è focalizzato sulla creazione di un gioco da tavola facilmente replicabile in qualsiasi sezione di SI con la possibilità di adattarlo ai propri bisogni.
     
     No all'intolleranza e al razzismo
    Questo libretto illustrato vuole spiegare in modo semplice che essere curiosi, aperti e tolleranti aiuta a vivere meglio insieme agli altri. Per esteso è applicabile anche alle questioni di genere anche se non sono esplicitamente menzionate.
     
     Apprendimento cooperativo nella scuola dell'infanzia
    Il volume presenta il percorso di ricerca e di azione in alcune scuole dell'infanzia nell'ideazione e realizzazione di un curricolo di attività cooperative finalizzate all'educazione interculturale, mostrandone gli effetti positivi a livello di competenze sociali, relazionali ed emotive, ma anche cognitive e metacognitive.
     
     Apprendimento cooperativo e educazione interculturale
    La sfida dell'educazione interculturale attraverso l'utilizzo del "cooperative learning" vuole essere dunque, per insegnanti e educatori, un suggerimento mirato ad affrontare gli effetti della globalizzazione ormai diffusi in ogni classe. Saper cogliere il multiculturalismo come opportunità di crescita, anziché viverlo come rischio o svantaggio, è ciò che il volume si propone, grazie a un progetto di ampio respiro rivolto alla scuola primaria.
     

    Set didattici
     

     Giornata sui diritti dell'infanzia 2014
    Questo suggerimento didattico (che fa parte del Kit ESS "1024" Sguardi) è dedicato al tema dei diritti dell'infanzia. Negli spunti questi diritti vengono ripresi affrontando, fra vari, anche l'aspetto delle differenze tra maschi e femmine per quanto riguarda la scuola.
     
    aggiornato il 12.01.2021
  • Nel Piano di Studio

    Contesti di formazione generale

    Contesto salute e benessere: essere in buona salute significa (...) stare bene ne proprio ambiente di vita, sentirsi valorizzato nella propria identità in una condizione di sicurezza. Sono queste condizioni che la scuola é chiamata a sostenere e promuovere con tutti gli allievi, rispettando le loro differenze.

    A titolo esemplificativo, per il 2° ciclo, si richiamano, fra varie, le seguenti situazioni di vita:

    • espressione delle proprie emozioni e dei propri sentimenti;
    • riconoscimento delle situazioni in cui è possibile soddisfare i propri bisogni o desiderie di quelle in cui è opportuno invece darsi regole diverse;
    • creazione di situazioni di gioco di ruolo nelle quali ci si identifica in condizioni diverse dalla propria.

     

    Contesto scelte e progetti personali: guidare l'allievo a impostare e a portare a termine progetti volti alla realizzazione di se stesso e all'inserimento nella società.

    A titolo esemplificativo, per il 2° ciclo, si richiamano, fra varie, le seguenti situazioni di vita:

    • riconoscimento delle proprie caratteristiche, gusti, preferenze, interessi;
    • attenzione alle preferenze, agli interessi personali e rispetto di quelle altrui.

     

    Contesto vivere insieme ed educaziona alla cittadinanza: l'educazione alla convivenza civile, all'essere partecipanti responsabili di un gruppo sociale si apprende giorno dopo giorno, minuto dopo minuto nel corso degli scambi con i propri coetanei e con gli adulti.

    A titolo esemplificativo, per il 2° ciclo, si richiamano, fra varie, le seguenti situazioni di vita:

    • interazione con bambini/e differenti da lui/lei (genere, etnia, cultura, ecc.);
    • riconoscimento di episodi e comportamenti di violazione dei diritti fondamentali.

     

    Competenze trasversali

    Collaborazione, comunicazione, strategie d'apprendimento, pensiero creativo, pensiero riflessivo e critico.

    Materiali didattici
     

    Storie della buonanotte per bambine ribelli
    C’era una volta... una principessa? Macché! C’era una volta una bambina che voleva andare su Marte. Ce n’era un’altra che diventò la più forte tennista al mondo e un’altra ancora che scoprì la metamorfosi delle farfalle. Per gli insegnanti, questo libro offre ispirazione, ad esempio, per integrare la lista delle personalità storiche con donne interessanti o per esaminare argomenti come il potere e la legge nel presente e nel passato da una prospettiva di genere.
     
     Storie della buonanotte per bambine ribelli 2
    Una nuova collezione di storie di vita di donne forti e sicure di sé. Donne del passato e del presente che hanno fatto valere i loro diritti e si sono prese la vita nelle loro mani, sia nello sport, che nella politica, nel mondo della musica o nella scienza. Il libro offre ispirazione per l’insegnamento. I podcast adatti alle lezioni di inglese possono essere scaricati gratuitamente dal sito web. L’audiolibro in lingua tedesca è disponibile in libreria o su Spotify.
     
     Radio Amina (VOD, 8 min.)
    La dodicenne Amina vive in Nigeria e lavora come venditrice ambulante. Amina trova sbagliato che nel suo paese donne e ragazze siano sistematicamente svantaggiate. Per rendere pubbliche le sue idee ed essere ascoltata in tutta la Nigeria, si immagina di diventare conduttrice radiofonica con una propria trasmissione…
     
    Educazione e questioni di genere
    Percorsi formativi e pratiche educative tra scuola e territorio. Sul tema dell’educazione al genere e alle pari opportunità, il libro fornisce alcuni strumenti teorico-metodologici e una rassegna di proposte operative volte a nutrire percorsi di educazione, per docenti dalla scuola dell’infanzia alle secondarie di secondo grado, che smantellino modelli stereotipati di genere e che promuovano una consapevolezza critica e il rispetto delle diversità.
     
     Una giornata con Moussa (VOD, 13 min.)
    Il film racconta la vita di Moussa, figlio di agricoltori e come tutti i maschi può andare a scuola. Grazie alla domanda sollevata dalla maestra, perché i genitori non mandino a scuola le figlie, lui ne parla a casa e induce il padre a cambiare opinione. Moussa si rallegra che ora anche le sue sorelle possano frequentare la scuola.
     
     Razzista, io !?
    Per ogni situazione rappresentata dal fumetto (Che look!, Apparenze, Il fidanzato, A dieta!, ecc.) sono proposte delle attività didattiche diverse. Queste possono essere svolte prima, durante o dopo aver letto il fumetto. Le proposte di attività promuovono la riflessione e portano l’allieva e l’allievo a scoprire che spesso, riflessioni e dibattiti, si basano su molteplici discriminazioni legate al sesso, la religione, le convinzioni personali, l’origine etnica, gli handicap.
     
     Apprendimento cooperativo e educazione interculturale
    La sfida dell'educazione interculturale attraverso l'utilizzo del "cooperative learning" vuole essere dunque, per insegnanti e educatori, un suggerimento mirato ad affrontare gli effetti della globalizzazione ormai diffusi in ogni classe. Saper cogliere il multiculturalismo come opportunità di crescita, anziché viverlo come rischio o svantaggio, è ciò che il volume si propone, grazie a un progetto di ampio respiro rivolto alla scuola primaria.
     
     Uniamoci!
    Il fascicolo contiene un'introduzione e una breve visione della storia dei Diritti dell'infanzia, seguite da informazioni di base e indicazioni per l'insegnante. Completano il dossier le schede di lavoro e le proposte di attività fotocopiabili rivolte direttamente agli alunni. I contenuti pedagogici sono stati elaborati in maniera tale che l'insegnante possa selezionarli in funzione dei propri obiettivi e del tempo a disposizione: personalizzando così il proprio percorso didattico.
     

    Set didattici
     

     Giornata sui diritti dell'infanzia 2014
    Questo suggerimento didattico (che fa parte del Kit ESS "1024" Sguardi) è dedicato al tema dei diritti dell'infanzia. Negli spunti questi diritti vengono ripresi affrontando, fra vari, anche l'aspetto delle differenze tra maschi e femmine per quanto riguarda la scuola.
     
    aggiornato il 12.01.2021
  • Nel Piano di Studio

    Contesti di formazione generale

    Contesto salute e benessere: essere in buona salute significa (...) stare bene ne proprio ambiente di vita, sentirsi valorizzato nella propria identità in una condizione di sicurezza. Sono queste condizioni che la scuola é chiamata a sostenere e promuovere con tutti gli allievi, rispettando le loro differenze.

    A titolo esemplificativo, per il 3° ciclo, si richiamano, fra varie, le seguenti situazioni di vita:

    • verbalizzazione e discussione attorno alle situazioni di vita scolastica o sociale che mettono a confronto giorno dopo giorno i ragazzi ai problemi di salute, (...), sessualità, ecc.

     

    Contesto scelte e progetti personali: guidare l'allievo a impostare e a portare a termine progetti volti alla realizzazione di se stesso e all'inserimento nella società.

    A titolo esemplificativo, per il 3° ciclo, si richiamano, fra varie, le seguenti situazioni di vita:

    • redazione del proprio diario personale;
    • confronto fra le proprie caratteristiche e capacità e quelle dei mestieri esaminati;
    • sviluppo dei propri talenti, delle proprie attitudini, riconoscimento dei propri limiti e ricerca di modi per affrontarli.

     

    Contesto vivere insieme ed educaziona alla cittadinanza: l'educazione alla convivenza civile, all'essere partecipanti responsabili di un gruppo sociale si apprende giorno dopo giorno, minuto dopo minuto nel corso degli scambi con i propri coetanei e con gli adulti.

    A titolo esemplificativo, per il 3° ciclo, si richiamano, fra varie, le seguenti situazioni di vita:

    • argomentazione del proprio punto di vista, in modo assertivo e argomentato;
    • ricerca delle informazioni necessarie per effettuare scelte ragionate;
    • riflessione sulle differenze (personali, sociali, ecc.) sulla nascita dei conflitti, sull'opportunità di gestire il conflitto, quale momento di crescita per il gruppo.

     

    Competenze trasversali

    Collaborazione, comunicazione, strategie d'apprendimento, pensiero creativo, pensiero riflessivo e critico.



    Materiali didattici
     

    Donne senza paura: 150 anni di lotte per l'emancipazione femminile come non sono mai stati raccontati
    Fumetto che racconta con leggerezza e precisione le storie di donne che hanno lottato con passione per i diritti delle donne di tutto il mondo per più di 150 anni: per il diritto di voto, per il diritto di controllare il proprio corpo, per il diritto di vivere come e amare chi si vuole, e per l'indipendenza economica, l'istruzione e una professione. Il libro fornisce buone intuizioni e informazioni di base sulla lotta globale delle donne per la libertà, l'uguaglianza e la sorellanza in un modo illustrativo e in parte divertente.
     
    La grande avventura dei diritti delle donne
    Il libro affronta il tema della disuguaglianza fra uomini e donne nel corso dei secoli, dalla preistoria fino ai giorni nostri, cercando di spiegare il perché dell'esistenza di queste disuguaglianze. Nell'ambito dell'ESS potrebbe essere interessante allargare lo sguardo sulle disuguaglianze tra uomini e donne e sui diritti delle donne anche ai paesi del sud del mondo e ai gruppi di migranti che giungono nel nostro paese. Tema, questo, importante per gli aspetti legati all'integrazione e all'arricchimento reciproco.
     
    Educazione e questioni di genere
    Percorsi formativi e pratiche educative tra scuola e territorio. Sul tema dell’educazione al genere e alle pari opportunità, il libro fornisce alcuni strumenti teorico-metodologici e una rassegna di proposte operative volte a nutrire percorsi di educazione, per docenti dalla scuola dell’infanzia alle secondarie di secondo grado, che smantellino modelli stereotipati di genere e che promuovano una consapevolezza critica e il rispetto delle diversità.
     
    like2be – Quale lavoro per chi?
    Le scelte di carriera e di studio dei giovani svizzeri sono fortemente stereotipate in base al sesso, il che spesso contribuisce a creare disparità di vita e opportunità di sviluppo per donne e uomini. È qui che entra in gioco il materiale didattico online "like2be". L'obiettivo è quello di promuovere scelte di carriera sensibili al genere e di sostenere l'allievo nell'orientamento professionale scolastico e di riflettere sulle proprie capacità, interessi e desideri al di là degli stereotipi di ruolo.
     
     Ragazze e ragazzi a piccoli passi
    Sai che in Italia il diritto di voto alle donne è stato riconosciuto nel 1945? E che in alcuni Paesi le donne hanno bisogno dell’autorizzazione del marito per lavorare? Perché ci sono così poche donne presidenti? Nel mondo, la condizione dei ragazzi e delle ragazze non è affatto paritaria.
     
     Storie della buonanotte per bambine ribelli
    C’era una volta... una principessa? Macché! C’era una volta una bambina che voleva andare su Marte. Ce n’era un’altra che diventò la più forte tennista al mondo e un’altra ancora che scoprì la metamorfosi delle farfalle. Per gli insegnanti, questo libro offre ispirazione, ad esempio, per integrare la lista delle personalità storiche con donne interessanti o per esaminare argomenti come il potere e la legge nel presente e nel passato da una prospettiva di genere.
     
     Storie della buonanotte per bambine ribelli 2
    Una nuova collezione di storie di vita di donne forti e sicure di sé. Donne del passato e del presente che hanno fatto valere i loro diritti e si sono prese la vita nelle loro mani, sia nello sport, che nella politica, nel mondo della musica o nella scienza. Il libro offre ispirazione per l’insegnamento. I podcast adatti alle lezioni di inglese possono essere scaricati gratuitamente dal sito web. L’audiolibro in lingua tedesca è disponibile in libreria o su Spotify.
     
     Hiyab – il foulard (VOD, 8 min.)
    Fatima è nuova in questa scuola. La direttrice vorrebbe che si togliesse il velo che le copre il capo prima di entrare in classe. Fatima inizialmente si oppone, ma poi accetta. In classe però constata che molti scolare allieve/i portano copricapi... Sulla base delle norme relative all’abbigliamento il film affronta temi come la diversità, l’individualità e le regole.
     
    Sotto il velo
    Fumetto che pone l'accento sui pregiudizi e come superarli tramite i disegni e i testi dell'autrice, originaria della Tunisia e cittadina di Roma. Piacevole nella lettura e originale nella costruzione. Adatto da utilizzare in classe per intero o anche solo l'una o l'altra tavola che tratta un tema specifico.
     
     No Problem! Ingegneri solari donne per l’Africa (VOD, 28 min.)
    Questo film segue un gruppo di donne dell’Africa in formazione per diventare ingegneri solari presso il «Barefoot College» situato nello stato di Rajasthan, in India. A formazione conclusa, dopo sei mesi, le donne ritornano nei loro villaggi e introducono la tecnologia e le competenze solari nelle aree rurali che, fino ad allora, non avevano l’elettricità. Questo progetto di sviluppo Sud-Sud pone le premesse per un approvvigionamento energetico decentralizzato e indipendente.
     
    Razzista, io !?
    Per ogni situazione rappresentata dal fumetto (Che look!, Apparenze, Il fidanzato, A dieta!, ecc.) sono proposte delle attività didattiche diverse. Queste possono essere svolte prima, durante o dopo aver letto il fumetto. Le proposte di attività promuovono la riflessione e portano l’allieva e l’allievo a scoprire che spesso, riflessioni e dibattiti, si basano su molteplici discriminazioni legate al sesso, la religione, le convinzioni personali, l’origine etnica, gli handicap.
     
     Schede pedagogiche per lavorare sui diritti umani
    Le diverse schede proposte da Amnesty International sono strumenti pronti all'uso per gli insegnanti delle scuole secondarie superiori e delle scuole professionali per introdurre i diritti umani e per approfondire l'uno o l'altro di questi diritti attraverso temi di attualità: discriminazione, genere, libertà di opinione ed espressione, ecc.
     
     
     Uniamoci!
    Il fascicolo contiene un'introduzione e una breve visione della storia dei Diritti dell'infanzia, seguite da informazioni di base e indicazioni per l'insegnante. Completano il dossier le schede di lavoro e le proposte di attività fotocopiabili rivolte direttamente agli alunni. I contenuti pedagogici sono stati elaborati in maniera tale che l'insegnante possa selezionarli in funzione dei propri obiettivi e del tempo a disposizione: personalizzando così il proprio percorso didattico. 
     
     Terreno fertile sotto i piedi  (VOD, 8 min.)
    In Burkina Faso, la pressione demografica, le monoculture, l’allevamento di bestiame e la deforestazione hanno peggiorato la qualità del suolo. Con il sostegno dell’Organizzazione di Cooperazione internazionale dei cattolici della Svizzera, Sacrificio Quaresimale, la popolazione, in un lavoro di comunità, costruisce muretti. In questo modo l’acqua piovana che cade durante la stagione delle piogge resta più a lungo sul terreno e la terra fertile non é dilavata. Con mezzi semplici si migliorano così le condizioni di vita nelle zone rurali.
     
     The Cookie Thief  (8 min.)
    All’entrata di un aeroporto svizzero, una giovane donna si congeda dall’amico per partire verso Istanbul. Già mentre entra nell’edificio dell’aeroporto appare nervosa. Quando si accorge che il suo aereo ha un ritardo, la sua tensione sale. Al chiosco acquista una rivista «GEO» sulla Turchia ed una scatola di biscotti «cuoricini al burro» e va in una sala d’attesa. Questo film ci invita a riflettere sulla comunicazione, i pregiudizi e le incomprensioni con molta arguzia e un ritorno inaspettato alla situazione. Contenuto nel DVD Rispetto, non razzismo.
     

    Set didattici
     

     Giornata sui diritti dell'infanzia 2014
    Questo suggerimento didattico (che fa parte del Kit ESS "1024" Sguardi) è dedicato al tema dei diritti dell'infanzia. Negli spunti questi diritti vengono ripresi affrontando, fra vari, anche l'aspetto delle differenze tra maschi e femmine per quanto riguarda la scuola.  
     

    Attività didattiche di attori esterni
     

     Esperanza (Amnesty International Sezione Ticino)
    Gli studenti immaginano di essere naufragati su un’isola deserta e di dover ricostruire i patti di responsabilità, diritti e doveri per sopravvivere in pace e sicurezza come comunità. E poi scoprono che sull’isola vive già un popolo e con loro devono instaurare un dialogo… Si tratta di una dinamica partecipativa che permette di comprendere le radici sulle quali si fondano i diritti umani e la loro importanza per poter vivere in pace.
     
     Stereotipi, pregiudizi e discriminazione (Amnesty International Sezione Ticino)
    Tutte e tutti noi abbiamo dei pregiudizi. Dove nascono? Perchè li usiamo? Cosa sono? Come un banale stereotipo può divenire pregiudizio che porta alla discriminazione? Questi interrogativi sono alla base del dialogo con gli studenti sulla discriminazione, in modo che tutti possano sentire come funzionano questi meccanismi. Comprenderli è necessario per poterli disinnescare.
     
    aggiornato il 12.01.2021
  • Nel Piano di Studio

    Formazione professionale: programma  quadro per l'insegnamento della cultura generale
    Area d'apprendimento società: etica, idetità e socializzazione.

    Scuole di maturità professionale:
    programma quadro d’insegnamento per la maturità professionale
    Ambito principale: scienze sociali.
    Ambito complementare: storia e istituzioni politiche .

    Scuole di maturità liceale:
    piano quadro degli studi per le scuole di maturità
    Materie: storia, filosofia, pedagogia e psicologia, biologia.

    Scuole specializzate
    :
    programma quadro d'insegnamento per scuole specializzate
    Terzo settore di studio: scienze umane e sociali, psicologia, filosofia e sociologia.

     

    Materiali didattici
     

    Educazione e questioni di genere
    Percorsi formativi e pratiche educative tra scuola e territorio. Sul tema dell’educazione al genere e alle pari opportunità, il libro fornisce alcuni strumenti teorico-metodologici e una rassegna di proposte operative volte a nutrire percorsi di educazione, per docenti dalla scuola dell’infanzia alle secondarie di secondo grado, che smantellino modelli stereotipati di genere e che promuovano una consapevolezza critica e il rispetto delle diversità.
     
    Relou (VOD, 6 min.)
    Tre giovani cominciano ad importunare due ragazze su un bus pieno di gente, in un sobborgo di Parigi. I tre giovani francesi di origine araba si comportano in maniera incivile nel bus. Scacciano gli altri passeggeri dai loro posti e cominciano a tormentare le due giovani francesi. Quello che comincia come un goffo approccio, diventa col tempo sempre più volgare e minaccioso.
     
    Donne senza paura: 150 anni di lotte per l'emancipazione femminile come non sono mai stati raccontati
    Fumetto che racconta con leggerezza e precisione le storie di donne che hanno lottato con passione per i diritti delle donne di tutto il mondo per più di 150 anni: per il diritto di voto, per il diritto di controllare il proprio corpo, per il diritto di vivere come e amare chi si vuole, e per l'indipendenza economica, l'istruzione e una professione. Il libro fornisce buone intuizioni e informazioni di base sulla lotta globale delle donne per la libertà, l'uguaglianza e la sorellanza in un modo illustrativo e in parte divertente.
     
    Sotto il velo
    Fumetto che pone l'accento sui pregiudizi e come superarli tramite i disegni e i testi dell'autrice, originaria della Tunisia e cittadina di Roma. Piacevole nella lettura e originale nella costruzione. Adatto da utilizzare in classe per intero o anche solo l'una o l'altra tavola che tratta un tema specifico.
     
    Hiyab – il foulard (VOD, 8 min.)
    Fatima è nuova in questa scuola. La direttrice vorrebbe che si togliesse il velo che le copre il capo prima di entrare in classe. Fatima inizialmente si oppone, ma poi accetta. In classe però constata che molti scolare allieve/i portano copricapi... Sulla base delle norme relative all’abbigliamento il film affronta temi come la diversità, l’individualità e le regole.
     
    No Problem! Ingegneri solari donne per l’Africa (VOD, 28 min.)
    Questo film segue un gruppo di donne dell’Africa in formazione per diventare ingegneri solari presso il «Barefoot College» situato nello stato di Rajasthan, in India. A formazione conclusa, dopo sei mesi, le donne ritornano nei loro villaggi e introducono la tecnologia e le competenze solari nelle aree rurali che, fino ad allora, non avevano l’elettricità. Questo progetto di sviluppo Sud-Sud pone le premesse per un approvvigionamento energetico decentralizzato e indipendente.
     
    Razzista, io !?
    Per ogni situazione rappresentata dal fumetto (Che look!, Apparenze, Il fidanzato, A dieta!, ecc.) sono proposte delle attività didattiche diverse. Queste possono essere svolte prima, durante o dopo aver letto il fumetto. Le proposte di attività promuovono la riflessione e portano l’allieva e l’allievo a scoprire che spesso, riflessioni e dibattiti, si basano su molteplici discriminazioni legate al sesso, la religione, le convinzioni personali, l’origine etnica, gli handicap.
     
    Schede pedagogiche per lavorare sui diritti umani
    Le diverse schede proposte da Amnesty International sono strumenti pronti all'uso per gli insegnanti delle scuole secondarie superiori e delle scuole professionali per introdurre i diritti umani e per approfondire l'uno o l'altro di questi diritti attraverso temi di attualità: discriminazione, genere, libertà di opinione ed espressione, ecc.

     
     The Cookie Thief  (8 min.)
    All’entrata di un aeroporto svizzero, una giovane donna si congeda dall’amico per partire verso Istanbul. Già mentre entra nell’edificio dell’aeroporto appare nervosa. Quando si accorge che il suo aereo ha un ritardo, la sua tensione sale. Al chiosco acquista una rivista «GEO» sulla Turchia ed una scatola di biscotti «cuoricini al burro» e va in una sala d’attesa. Questo film ci invita a riflettere sulla comunicazione, i pregiudizi e le incomprensioni con molta arguzia e un ritorno inaspettato alla situazione. Contenuto nel DVD Rispetto, non razzismo
     
     Terreno fertile sotto i piedi  (VOD, 8 min.)
    In Burkina Faso, la pressione demografica, le monoculture, l’allevamento di bestiame e la deforestazione hanno peggiorato la qualità del suolo. Con il sostegno dell’Organizzazione di Cooperazione internazionale dei cattolici della Svizzera, Sacrificio Quaresimale, la popolazione, in un lavoro di comunità, costruisce muretti. In questo modo l’acqua piovana che cade durante la stagione delle piogge resta più a lungo sul terreno e la terra fertile non é dilavata. Con mezzi semplici si migliorano così le condizioni di vita nelle zone rurali. 
     
     Bread, Wine, Chocolate
    L'autrice è giornalista ed educatrice specializzata in cibo, sostenibilità e cambiamento sociale. Prendendo spunto dai suoi viaggi e dalle interviste con persone direttamente a contatto con il mondo della produzione, ci fa fare un viaggio di scoperta e di apprendimento. Storie, aneddoti e curiosità si alternano a riflessioni storiche, geografiche e culturali. Il tema della sostenibilità fa da filo rosso ai vari capitoli mettendo in relazione aspetti legati alle nostre abitudini con le questioni socio-economiche e ambientali del giorno d'oggi.
     
     

    Attività didattiche di attori esterni
     

     Uguaglianza di genere e lavoro in Svizzera
    La formazione sviluppa la tematica dell'uguaglianza e delle differenze tra uomini e donne attraverso l'uso e la successiva analisi dei pregiudizi sui ruoli sociali che tradizionalmente erano/sono attribuiti alle due categorie. Gli studenti vedranno quali sono i percorsi che possono creare diseguaglianze nel mondo del lavoro e vere e proprie discriminazioni. Le ragazze e i ragazzi rifletteranno e dibatteranno su queste differenze.
     
    Stereotipi, pregiudizi e discriminazione (Amnesty International Sezione Ticino)
    Tutte e tutti noi abbiamo dei pregiudizi. Dove nascono? Perchè li usiamo? Cosa sono? Come un banale stereotipo può divenire pregiudizio che porta alla discriminazione? Questi interrogativi sono alla base del dialogo con gli studenti sulla discriminazione, in modo che tutti possano sentire come funzionano questi meccanismi. Comprenderli è necessario per poterli disinnescare.
     
    aggiornato il 12.01.2021
  •  Donne Potere Storia (Poster e scheda informativa)
    Due poster illustrano le tappe salienti del percorso verso l’uguaglianza fra donna e uomo.Nel 1976 il Consiglio federale ha istituito la Commissione federale per le questioni femminili (CFQF), che si impegna a favore dei diritti delle donne. Questo foglio informativo ripercorre attraverso 40 eventi la lunga strada percorsa verso la parità tra donne e uomini.
     
     50 anni di suffragio femminile (in francese).  
    La Commissione federale per le questioni femminili (CFQF) ha preparato un modulo di apprendimento per insegnanti e del materiale informativo per esplorare la tumultuosa storia del suffragio femminile in Svizzera. La lotta per ottenere questo diritto è stata lunga e difficile. Perché ci è voluto fino al 1971 per far votare le donne a livello federale? Quali sono stati gli argomenti pro e contro? Perché questo ci riguarda ancora oggi?

     
    Portale bilzobalzo
    Portale web che favorisce gli attori della formazione professionale negli scambi di esperienze e attività legate alla tematica delle pari opportunità. Il portale permette di integrare le tecnologie digitali con la formazione. Il portale vuole favorire la collaborazione nella produzione di materiale didattico; aggiornare gli approcci didattici; aumentare la visibilità della produzione di sapere realizzata nelle scuole ticinesi e mettere a disposizione risorse didattiche (bibliografiche, sitografiche e didattiche) già presenti in rete.
     
     Film youtube sulla CEDAW (3’03)
    La CEDAW in breve – La Convenzione ONU sui diritti delle donne e la Svizzera. Nonostante sia stata sancita nella Costituzione dal 1981, la parità tra donne e uomini non è ancora stata raggiunta nella pratica. Le donne sono ancora svantaggiate: salari, pensioni, violenza domestica, posizioni di responsabilità, ecc. La CEDAW definisce cosa significa realmente uguaglianza in tutti gli ambiti della vita ed è vincolante. Questo filmato riassume le attività della CEDAW.
     
     Il tempo delle donne (TED, 13'22")
    Le donne, nei Paesi più sviluppati, vivono una dimensione del tempo diversa dagli uomini, sempre in bilico tra lavoro produttivo e lavoro riproduttivo e di cura. Divise tra il desiderio di procreazione, l'ansia di essere delle buone madri, l'aspirazione a realizzarsi professionalmente e ad essere economicamente autonome, sempre più spesso le donne subiscono il tempo "degli altri" senza riuscire ad imporre "il proprio tempo" e a trovare "il tempo per se stesse". Valeria Filì propone la sua tesi per migliorare la condizione femminile.
     
     Nuovo futuro
    La giornata nazionale delle ragazze guarda al futuro e alle ampie prospettive che ragazze e ragazzi hanno oggi. Le prospettive diverse consentono loro di avvicinarsi a professioni e scelte di vita che esulano da quelle tradizionali e di vivere esperienze importanti che contribuiscono ad ampliare il loro orizzonte. In questo modo, i giovani possono decidere con coraggio e autostima del loro futuro senza conformarsi a ruoli stereotipati.
     
     14giugno.ch
    Un sito che ci ricorda le richieste insoddisfatte delle donne dopo lo sciopero del 2019 con l'aiuto di testimonianze video: pensioni, salari, parità di condizioni di lavoro.
     
     Parità di genere: un traguardo raggiungibile (Video, 4'58")
    Maschi e femmine sono diversi, ma quanto queste differenze sono determinate biologicamente e quanto sono costruite socialmente? La classe 4AFM, attraverso questo video, ha provato a domandarsi quanto le differenze possano essere influenzate da un'educazione nutrita di stereotipi e ha riflettuto su come si possa fare in modo che bambine e bambini crescano liberi, senza esser costretti a interpretare un ruolo assegnato loro per nascita.
     
     Come si sviluppano le scelte di carriera dei e delle giovani
    Le ricercatrici Irene Kriesi e Ariane Basler hanno esaminato come è cambiata la situazione delle professioni dei sogni dei e delle giovani tra i 15 e i 21 anni e quale ruolo giocano il tipo di formazione di grado secondario II, l’origine sociale e il genere. Presentano il loro studio nella nuova edizione della rivista «Social Change in Switzerland».
     
     Uguaglianza fra donna e uomo Piano d'azione nazionale. Bilancio 1999-2014
    Nel 1999 il Consiglio federale ha adottato il Piano d'azione nazionale per l'uguaglianza tra donne e uomini. Serve come strumento di lavoro per l'attuazione della parità e contiene 287 misure in 13 settori tematici. Quindici anni dopo, il bilancio è contrastante. Sono stati fatti molti progressi: la parità giuridica tra donne e uomini è quasi raggiunta e in alcuni settori - ad esempio, l'istruzione - la situazione è notevolmente migliorata. Ma molto resta ancora da fare per raggiungere l'uguaglianza nella pratica (documento in francese).

     
     I valori di riferimento per la rappresentanza dei sessi e le regole di trasparenza per il settore delle materie prime entrano in vigore a inizio 2021
    Berne, 09/11/2020 - Les grandes sociétés cotées devraient élire plus de femmes à la direction et aux conseils d'administration à l'avenir. Lors de sa séance du 11 septembre 2020, le Conseil fédéral a mis en vigueur les dispositions pertinentes sur les référentiels de genre le 1er janvier 2021. Communiqué de presse sur ces lignes directrices qui montrent la volonté de renforcer la place des femmes dans les postes de direction des grandes sociétés.
     
     Omaggio 2021: 50 anni di diritto di voto e di elezione alle donne
    Omaggio 2021 onora le migliaia di donne svizzere che, nell'arco di 100 anni, hanno lottato per la loro indipendenza e per le pari opportunità, impegnandosi così per una società più libera. Lo fecero non solo per i loro diritti di voto e di elezione, che furono finalmente conquistati nel 1971. Le donne in Svizzera si sono impegnate nei settori più disparati, in ultima analisi con un coraggio incrollabile e una perseveranza sorprendente.
    A loro sono dedicate una mostra nel centro storico di Berna con 52 ritratti di donne di tutti i cantoni - dal 7 febbraio al 30 giugno 2021 - ed una proiezione panoramica.
     
     

    skilled : genere (rivista IUFFP 2/2019)
    Ad oggi, la formazione professionale è fortemente influenzata dagli stereotipi di genere. Questo numero di «skilled» sul tema genere illustra dove ciò si manifesta, in che modo questo incide e come è possibile superare le barriere specifiche di genere. Illustrazioni degli studenti della Scuola Cantonale d’Arte del Centro scolastico per le industrie artistiche (CSIA) di Lugano.

     
     Checklist: pari oportunità (PDF)
    Si tratta di una sintesi delle esperienze maturate nei 10 anni del programma federale per le pari opportunità nelle scuole universitarie professionali, pubblicata dal SEFRI. Essa contiene raccomandazioni sintetizzate in checklist, che si riferiscono agli ambiti operativi rilevanti per le pari opportunità. La pubblicazione si rivolge innanzitutto agli organi direttivi ma anche a tutto il personale delle SUP attivo nella didattica e nella ricerca o che ricopre funzioni trasversali. Inoltre contiene anche una rassegna di esempi di buone pratiche presso le scuole universitarie professionali nell’ambito delle pari opportunità, un glossario specifico e una selezione di pubblicazioni sul tema diffuse dalle SUP o da chi vi lavora. 
     
     100 parole per la parità (PDF)
    Glossario di termini sulla parità tra le donne e gli uomini pubblicato dall'UE. È uno strumento e un riferimento prezioso. Esso si rivolge ai decisori politici, ai deputati a livello sia nazionale che europeo, alle persone che operano in questo ambito, ma anche a chiunque nutra un interesse per tali argomenti, a tutte le donne e a tutti gli uomini.
     

    Ambiente: un mestiere da ragazze
    È un progetto che mira a far conoscere meglio al giovane pubblico i diversi percorsi formativi e le possibilità di lavoro legate all'ambiente, promuovendo in particolare la parità di genere nelle scelte formative e professionali. Giardiniere, selvicoltore, installatore di impianti sanitari, riciclatore, geomatico… per quanto tempo queste professioni sono state declinate solamente al maschile? Iniziativa interdipartimentale che coinvolge la Divisione della formazione professionale (DECS), la Divisione dell’ambiente (DT) e il Servizio per le pari opportunità (CAN).

     
     Genderschool.it
    Indire e il Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei ministri (Italia) hanno collaborato alla realizzazione di un nuovo progetto che punta a diffondere nella scuola due temi estremamente attuali e fra loro collegati, quello della parità di genere e del contrasto della violenza. Per un approccio ai temi della parità e della non discriminazione capace di costruire relazioni buone tra ragazzi e ragazze e sensibilizzare gli studenti ad anticipare e a prevenire i contrasti, superare gli stereotipi, rispettare le differenze e rafforzare la consapevolezza sui diversi aspetti che compongono la cultura delle pari opportunità. Sul portale si trova della documentazione e un kit didattico per le scuole.
     
     Pari opportunità
    Il settore delle pari opportunità è il centro di competenza del Cantone Ticino e si occupa di temi quali la parità nella vita professionale, la conciliazione famiglia – lavoro e la lotta contro la violenza domestica, mettendo a disposizione degli utenti tutte le informazioni e risorse necessarie per conoscere i propri diritti e gli aiuti in materia di pari opportunità.
     
    aggiornato il 12.01.2021

Il dossier tematico "Genere-parità" è stato realizzato con la collaborazione di vari enti predisposti alla parità fra donne e uomini, i cui riferimenti sono disponibili sul sito www.equality.ch. Vi si trovano anche molte fonti di ispirazione e di informazione per insegnanti e formatori.

Collegamenti ai seguenti obiettivi dello sviluppo sostenibile:

       

I 17 obiettivi dello sviluppo sostenibile (OSS)

La rivista ventuno si è occupata del tema
01 | 2021 Genere – Parità
 

Dossier tematici correlati per coltivare l’ESS

> Rispetto, invece di razzismo
> Diritti del fanciullo - diritti umani

    > Lista di tutti i dossier didattici       

        

Contatto

Roger Welti  
Insegnamento
tel +41 91 785 00 23
email